La Cuba, il vino venuto dal mare

 

La Cuba, ultimo arrivato in casa Rallo, è un bianco secco che nasce da assolati vigneti sulla costa trapanese, anzi, di Marsala. Una sorpresa, ma non del tutto inaspettata. Bianchisti moderni per scelta e spirito del tempo, con una storia che affonda le radici in uno dei vini-mito del mondo, negli ultimi due anni Rallo aveva già stupito il pubblico con etichette di vivace fragranza e bevibilità, tra queste il catarratto Beleda, l’aromatico moscato Al-Qasar e il grillo Bianco Maggiore. Peraltro, con meritato apprezzamento da parte della critica, vittorie e premi.

Adesso, un nuovo bianco, di nuovo da uve grillo, ma sotto una interpretazione inedita.lacubarallo

Un necessario passo indietro: le uve provengono da un vigneto sabbioso denominato “Piane Liquide”, ubicato nei pressi della Riserva Naturale delle isole dello Stagnone di Marsala. Un dettaglio non di poco conto e che abbiamo scoperto marca il vino in maniera clamorosa. Le viti sono allevate ad alberello marsalese, la resa è di due chili per pianta. Il mare e le saline sono a pochi metri, il sole cuoce la pelle come in pochi altri posti d’Italia.

Mettere il naso nel bicchiere è aprire due mondi: da un lato una dura, elettrica tensione marina, una percezione di cristallina salinità, cruda, viva; dall’altro una sensazione di protetta avvolgenza, accentuata da fini note di legno di acacia, agrumi, fiori di campo e frutta a polpa bianca appena acerba. La parte sapida e minerale ha il sopravvento su tutto, l’acidità sferza il palato e sembra di essere colpiti dal vento e da granelli di sale. Mare e suolo sabbioso si materializzano in una intuizione fisica. Resta, sullo sfondo, il difficile, vincente lavoro di mediazione del legno di acacia, un legno gentile, rispettoso, sia per la fermentazione che per l’affinamento. Il mosto fermenta in tini da 50 hl., e affina in botti da 1.500 lt. (due).

La produzione totale si aggira intorno alle 3.000 bottiglie. La prima annata, l’attuale, è la 2014. Uscirà entro l’estate 2016.

 

di Francesco Pensovecchio


 

“Sollazzo reale del buon Guglielmo e sosta normanna del verde Genoardo, LaCuba è in prosa raffinato convivio”

DOP Sicilia, La Cuba 2014 – Rallo
brochure pdf
Uve: Grillo
Vigneto: Piane Liquide, Marsala (TP)
Vendemmia: prima decade di settembre
Alcol: 12% Vol.
Web: Cantine Rallo

Scritto da