La Spiaggia di Randello a Ragusa tra i 24 progetti di recupero del FAI

 

La Spiaggia di Randello, in provincia di Ragusa, è tra i 24 progetti di intervento e valorizzazione che il FAI – Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con Intesa Sanpaolo – ha deciso di sostenere a un anno dalla chiusura dell’ottava edizione de I Luoghi del Cuore, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare, cui hanno partecipato nel 2016 oltre 1,5 milioni di persone. Grazie al loro voto ha trovato voce un patrimonio prezioso, spesso considerato minore, ma di fondamentale valore identitario, che ora potrà essere salvato.

Spiaggia di Randello, Ragusa (161° classificato con 1.819 voti): la spiaggia è un’Area SIC (Sito di Importanza Comunitaria) della marina ragusana vincolata a riserva integrale dal Piano paesaggistico 2016 e Piano di Utilizzo del Demanio 2015. Dal 2014, in contrasto con tale normativa, è presente una concessione balneare sull’arenile. Il FAI sosterrà il Comitato Randello libera nel chiedere che tale concessione, in virtù dei vincoli ambientali e paesaggistici presenti, venga annullata e vengano rimosse le attrezzature esistenti.

Saranno 15 le regioni coinvolte dagli interventi, per i quali verranno stanziati complessivamente 400mila euro. La Spiaggia di Randello è stata scelta nell’ambito delle Linee Guida per la selezione degli interventi: tra i 193 beni che hanno ricevuto almeno 1.500 segnalazioni e che hanno potuto accedere alla selezione, 77 hanno presentato una richiesta di intervento, candidandosi a ottenere il contributo economico oppure le istruttorie condotte dagli uffici della Fondazione per tutelare contesti minacciati. Le proposte sono state vagliate da una commissione FAI composta da archeologi, architetti e storici dell’arte, secondo otto parametri di valutazione: numero di voti al censimento, qualità e innovazione del progetto proposto, possibilità di effettuare un intervento significativo e duraturo,  valenza storico e artistica o naturalistica, importanza per il territorio di riferimento e urgenza dell’urgenza. Come nelle scorse edizioni, le valutazioni sono state condivise con i Segretariati Regionali del MiBACT.

di Salvatore Spatafora