Trentesima edizione di Prowein a Düsseldorf, dal 10 al 12 marzo 2024

 

Oltre 50.000 professionisti del mondo del vino e dei liquori provenienti da tutto il mondo sono attesi alla ProWein di Düsseldorf, che si terrà nel polo fieristico del capoluogo della Renania Settentrionale-Vestfalia dal 10 al 12 marzo 2024 (ricordiamo che si tratta di una fiera dedicata ad operatori e professionisti). I biglietti sono già acquistabili online.

Registrati circa 5.700 espositori di oltre 60 Paesi. Peter Schmitz, Direttore della ProWein:” nessun’altramanifestazione nel panorama europeo e mondiale offre una così vasta gamma di prodotti. I leader del mercato globale, così come le piccole aziende di qualità e i produttori emergenti apriranno ancora una volta i loro stand a Düsseldorf – la metropoli del vino e dei liquori (…) La ProWein continua così la sua straordinaria storia di successo trentennale: rispetto alla primissima edizione del 1994 che si estendeva su soli 2.300 metri quadrati con 321 espositori in poco meno di due padiglioni e 1.517 visitatori, l’anno prossimo la fiera confermerà ancora una volta con cifre impressionanti la sua rilevanza sul mercato, con circa 71.000 metri quadrati in 13 padiglioni espositivi”.

I Trend
Una delle chiavi di successo della fiera tedesca, oltre alla sua costante attenzione ai visitatori specializzati, è lo sguardo al futuro e lo sviluppo proattivo di format orientati al mercato. Ad esempio, all’insegna del motto ProWein Zero, molto ruoterà intorno al “no-&-low” (senza o con poco alcol) in un’area speciale del padiglione 1.

L’Italia
La fiera sarà preceduta il 9 marzo dalla degustazione Tre Bicchieri Worldtour curata da Gambero Rosso con le aziende premiate con il massimo premio della guida ai Vini D’Italia. Location: Rheinterrasse Düsseldorf, Josef-Beuys-Ufer, 33 – 40479 Düsseldorf / https://www.gamberorossointernational.com/tours/dusseldorf-2024-03-09/

La Sicilia
Un folto numero di aziende siciliane troverà spazio – oltre che presso i relativi importatori (informarsi direttamente) – nei padiglioni 16 e 17. Un comodo tool di ricerca individua il relativo padiglione e stand. Di seguito la lista disponibile.

Hall 16

  • Cusumano, Hall 16 / J53
  • CVA Canicattì, Hall 16 / L81
  • Donnafugata, Hall 16 / D20
  • Duca di Salaparuta – Florio, Hall 16 / A01 e H03
  • Masseria del Feudo, Hall 16 / J01 (c/o Enoteca Nederland)
  • Pellegrino Carlo, Hall 16 / E15
  • Planeta / Serra Ferdinandea, Hall 16 / H21 (Oddo Vins et Domaines, Hall 9 / F67)
  • Principi di Butera, Hall 16 / C03
  • Rallo, Hall 16 / J21
  • Settesoli, Hall 16 / G01
  • Tenuta Goghi Tondi, Hall 16 / K79
  • Zisola / Mazzei, Hall 16 / A53

Hall 17

  • Alessandro di Camporeale, Hall 17 / A53
  • Baglio del Cristo di Campobello, Hall 17 / A53
  • Baglio di Pianetto, Hall 17 / A34
  • Baglio Oro, Hall 17 / A34
  • Benanti, Hall 17 / A53
  • Candido, Hall 17 / A53
  • Chitarra Cantina Sociale, Hall 17 / A34
  • Caruso & Minini, Hall 17 / A53
  • Feudo Montoni, Hall 17 / A34
  • Feudo Solaria, Hall 17 / A34
  • Fina, Hall 17 / A53
  • Tenute Navarra, Hall 17 / A53
  • Tenute Nicosia, Hall 17 / A34

Altri temi di settore e di tendenza
Punta di diamante della ProWein – ormai da sei anni – è il trend show “same but different”, rivolto in particolare ai ristoratori e gestori di winebar. Nel 2024, circa 120 espositori internazionali presenteranno ancora una volta una selezione molto attuale e ampia di liquori artigianali, birra artigianale e sidro nel padiglione 7.0.

  • La ProWein 2024 diventerà sempre più un punto di riferimento per i liquori internazionali: Il padiglione 5, proprio accanto al trend show “same but different”, sarà la nuova casa di oltre 300 fornitori internazionali di alcolici sotto il motto “ProSpirits”. “Ciò è espressione di un’importante tendenza del mercato”, afferma Peter Schmitz.
  • I ristoratori – e soprattutto i gestori dei locali cittadini a livello nazionale e internazionale – non resteranno delusi: nel lounge “urban gastronomy by #asktoni & ProWein” (padiglione 4) è previsto anche quest’anno un programma personalizzato di temi di attualità, presentati da Toni Askitis, anch’egli ristoratore e sommelier.
  • Un tema centrale dell’ultima ProWein, anche in risposta alla crisi energetica e alla maggiore coscienza ambientale, è stato il packaging alternativo alle bottiglie di vetro, dal bag-in-box ai fusti in acciaio inox, alle lattine di alluminio riciclabili e alle bottiglie in PET. Questo tema sarà alla ribalta anche alla prossima ProWein: sia nella mostra speciale “Packaging & Design” (padiglione 9) che in numerosi stand, rivestirà un ruolo sempre più importante.
  • In programma la Champagne Lounge nel padiglione 9, fulcro della rappresentativa e vasta offerta di champagne della ProWein 2024.
  • vini biologici si sono affermati alla ProWein con circa 300 espositori internazionali. Ultima ma non meno importante è la mostra speciale su questo tema intitolata “Organic World” (mondo bio) nel Padiglione 4.

Prossimi appuntamenti di Prowein nel mondo:

Come raggiungerla dall’Italia
Düsseldorf è una delle città tedesche meglio collegate. Dispone di un suo aeroporto e stazione centrale ferroviaria. Inoltre, è possibile utilizzare gli aeroporti di Colonia e Francoforte, che a loro volta sono collegate a Düsseldorf tramite la stazione ferroviaria interna ai due aeroporti. La fiera è collegata alla città con bus, metropolitana, taxi (www.prowein.com/en/Visit/Preparations/Arrival).


Photogallery 2023 ©WIS

 

Scritto da